Messinscèna

Marta Mancini

16 Gennaio 2020

dalle ore 19 alle 00

Via degli Ausoni 1, 00185 Roma

"La cancellazione mi porta ad avere sempre meno mosse da giocare, fino al punto in cui diventa per me riconfigurazione e scoperta. Una ricerca ancora in atto, posso solo guardarne un poco alla volta gli esiti, quadro dopo quadro.Di questo spazio meta pittorico mi interessa seguire qualcosa di vivo, un suo animismo."

MARTA MANCINI (Roma, 1981)

Vive e lavora a Roma, dove si diploma all’Accademia di Belle Arti nel 2006. Muovendo dalla dimensione estetica e psicologica dei suoi primi paesaggi, il lavoro attuale di Mancini riformula questa dinamica dentro la creazione  di uno spazio meta-pittorico.

Tra le mostre personali di rilievo, si ricordano: La molla, a cura

di P. Guaglianone, Matèria, Roma (2018); Abita, a cura di P. Guaglianone, galleria S.A.L.E.S, Roma (2012); Ospiti, a cura di A. Sarra, 34 Angeli, Roma (2010).

Tra le collettive recenti: View/Openwork, a focus on painting,

a cura di S. Camerlengo, Galleria Monitor, Roma (2019); Premio Hdrà, a cura di V. Ciarallo, Palazzo Fiano, Roma (2019); Premio Lissone per la Pittura, a cura di A. Zanchetta, MAC, Lissone (2018); Reazione a catena #2, a cura di G. Pisapia, Galleria Bonelli, Milano (2018); The HP Collection, a cura di M. de Mattei, C. Pratis, Operativa Arte Contemporanea, Roma (2018); Dialogue  #1, Matèria, Frontiera Studio, Palermo (2018); Rosina #1 - Spectrum, a cura di G. Benassi, Limone, Londra (2018);

La vita della mente, a cura di G. Benassi, Istituto Svizzero,

Roma (2017).

© 2019 by Numero Cromatico

  • Facebook
  • Instagram